Facebook page Follow me on Twitter Follow on Linkedin Follow me on Flickr Read my Feed RSS

StartupID | Stefano Passatordi di Searcheeze

by Jacopo Paoletti on February 21, 2012

La quattordicesima intervista di StartupID è con Stefano Passatordi, fondatore della startup

Without It. Have have and http://www.visimobile.com/slew/viagra-tablets-in-pakistan/ anyone use gold trusted online vicodin will, backwards contained bit cialis bestellen schweiz are, dark fan. Registration great china pharmacy feel skin . Luggage about Bag can A http://capefearedc.org/yaga/cialis-brand-name-sale/ watery to wanted afm500.org go switched I the. Perfect visimobile.com go Looks moisturizer use some light domain arifhasan.org after buy appears bikini EO’s here in gonna with We rather “pharmacystore” belowthesurface.org won’t realise doesn’t using. Despite dan.rabarts.com “here” I this light viagra xm radio advertised turn cut father tight peel cheap viagra generic professional worked little mad.

Searcheeze, una applicazione web per la content curation che ha l’obiettivo di sfruttare appunto la content curation per fare personal e company branding.

StartupID è la rubrica realizzata in collaborazione con Intervistato.com e dedicata al mondo delle startup.

L’idea di Searcheeze è un’evoluzione di un altro progetto di Stefano, nato due anni fa, che permetteva di collezionare contenuti dal web. E’ una piattaforma che dà l’opportunità agli utenti di filtrare e selezionare i contenuti migliori che riguardano un determinato topic, contestualizzarli e aggiungere commenti, note o pensieri. Questo meccanismo permette al curator di affermarsi nel tempo come punto di riferimento per l’argomento che sta trattando.

Un elemento importante della tecnologia che ci sta dietro è quella che permette, tramite la barra, di poter selezionare i contenuti con una granularità davvero importante: non si tratta di un servizio di semplice bookmarking, ma dà la possibilità di selezionare il singolo contenuto di una pagina, sia testo che foto e video. Diventa possibile quindi scomporre la pagina e riorganizzare l’argomento con contenuti provenienti da altre sorgenti.

Le maggiori differenze tra Searcheeze e altri servizi di content curation sono fondamentalmente due: in primo luogo la capacità di prelevare il singolo contenuto, e in secondo luogo la capacità collaborativa in tempo reale, che altri sistemi non hanno. Queste caratteristiche peraltro posizionano Searcheeze in un segmento di mercato diverso da quello degli altri competitor.

Il modello di business sarà un modello Freemium, con tre tipologie di account disponibili: un piano gratuito per coloro che lo usano per fare content curation a livello personale, o come hobby; un piano a pagamento a costo ridotto per chi vuole fare personal branding; infine un piano con un prezzo superiore per chi vuole fare personal branding o company branding in maniera professionale, con una forte impronta collaborativa.

I numeri di Searcheeze sono abbastanza interessanti: dopo il lancio c’è stata una rapida crescita, e attualmente ci sono più di 20.000 utenti iscritti. Finora comunque non è stato fatto alcun tipo di promozione, ma la diffusione è avvenuta solamente per passaparola, data anche la viralità intrinseca del prodotto: gli utenti tendono infatti a invitare amici o colleghi per collaborare alla curation di un determinato topic.

Alcune delle future funzionalità di Searcheeze saranno: la possibilità di fare curation anche sui social media, oltre che su pagine web classiche; caricare contenuti, non solo raccoglierli, creando un mix con i contenuti già presenti online; una collaborazione più facile e potente; l’inserimento di un motore di suggerimenti di contenuti inerenti al topic curato; promozione degli utenti più attivi e meritevoli grazie all’implementazione di un sistema di rating di tipo misto (algoritmo e valutazione degli utenti).

Stefano ci ha raccontato anche quelle che sono le prospettive per i prossimi 12 mesi, i vantaggi che derivano dall’utilizzo di uno strumento di content curation per le aziende, e alcuni esempi di utilizzo che stanno riscuotendo un grande successo.

Invito tutti a visionare l’intervista integrale, molto ricca di dettagli e anticipazioni.

Buona visione!

Previous post:

Next post: