Facebook page Follow me on Twitter Follow on Linkedin Follow me on Flickr Read my Feed RSS

StartupPeople, un progetto per studiare l’ecosistema delle startup in Italia

by Fabio Lalli on December 27, 2011

Da un pò di tempo si parla di ecosistema delle startup in Italia e sempre più spesso, all’interno delle comunità principali italiane, si parla di fare sistema e creare una rete di relazioni che permettano a questo sistema di svilupparsi ed evolvere.
Proprio partendo da questo punto, ci siamo posti una domanda: a che punto è l’ecosistema delle startup Italiane e soprattutto, quali sono le relazioni sociali che si sono sviluppate sul territorio e hanno permesso questo evoluzione?
Indigeni Digitali ed Intervistato.com, in collaborazione con Il blog La Nuvola del Lavoro del Corriere della Sera, stanno lanciando il progetto Startup People, pensato per dare agli startupper italiani la possibilità di far conoscere la propria startup, condividere le proprio esperienze e permettere una analisi delle strutture e delle relazioni sociali.
Il primo passo di questa iniziativa è la preparazione di una mappa delle startup geolocalizzate, che ne evidenzierà la distribuzione sul territorio italiano. In seguito, gli startupper che avranno dato la loro disponibilità verranno contattati per concordare l’estrazione dei dati delle loro reti sociali (Linkedin, Twitter, Facebook), usando degli strumenti forniti direttamente da La Nuvola del Lavoro. I dati così ottenuti verranno resi anonimi e utilizzati a scopo di ricerca, ovvero per fare la social network analysis che verrà poi commentata in una breve video intervista e pubblicata su Intervistato.com ed nel nostro blog nella rubrica StartupID.
La seconda fase del progetto si svilupperà all’interno della piattaforma People di Indigeni Digitali, che permetterà agli startupper di poter aggiornare il proprio profilo, la scheda della startup, e di pubblicare annunci di ricerca o richiesta di supporto (tecnico/risorse/confronto/test) agli altri membri della comunità.
Chi volesse partecipare all’iniziativa non deve far altro che candidarsi rispondendo al questionario che abbiamo predisposto a questo indirizzo.

Previous post:

Next post: